Rimani sempre aggiornato sul mondo della casa e ciò che la circonda grazie a notizie sempre fresche sul settore immobiliare nazionale e locale, aggiornamenti fiscali e tecnici, articoli sul mondo dei condomini e tutorial su come migliorare la propria casa.

Immagine di copertina

RIQUALIFICAZIONE URBANISTICA A TRENTO NORD: NUOVO PROGETTO PER IL GRUPPO DELLA MAK

27 luglio 2017

In programma un nuovo investimento per la Mak Invest, società del gruppo Mak di Lavis, su via Brennero. Il progetto prevede la realizzazione di un complesso che ospiterà vari spazi commerciali, un albergo, un asilo nido e ristoranti. Per il gruppo Mak, il nuovo stabilimento che sorgerà sull'area dell'ex Tecnoplastica- ex Minghetti sul corso nord di Trento, sarà un investimento che varrà, tra l'acquisto dell'area e i costi per la realizzazione, 40 milioni di euro.


Nei giorni scorsi la socità Mak si è presentata in Commissione urbanistica a Trento, dove l'architetto Augusto Visintini (dello Studio Work System Architects di Bolzano) ha illustrato il progetto nelle sue condizioni di fattibilità, nonché di riqualificazione delle aree in via Brennero e in via Franceschini.

Si è constatato che il gruppo Mak può valersi del vantaggio riportato dalla sigla di destinazione d'uso del progetto, ovvero quella di D7 anziché quella di C4. La differenza sostanziale tra le due sigle di destinazione è essenzialmente quella che mentre la sigla C4 impone l'obbligo di realizzazione, vicino a spazi commerciali, di volumi residenziali, la sigla assegnata D7, non prevede necessariamente la realizzazione di aree ad uso abitativo.

Lo spazio messo a disposizione per la realizzazione del progetto sarà di poco meno di 2 ettari di superficie, che corrispondono più o meno a 42 mila m³. Mak ha intenzione di sfruttare circa 4 mila m² della superficie a disposizione, dov'è prevista la costruzione di un superstore non alimentare sul lato di via Brennero, mentre sul lato che si affaccia sulla ferrovia verranno collocati uffici, un albergo di almeno 50/70 stanze, un paio di ristoranti, e infine non mancherà un grande parcheggio comprendente circa 300 posti auto e una pista ciclopedonale.

Ora si cercherà di mettere a fuoco gli ultimi dettagli del piano attuativo del progetto, in modo da riuscire ad avviare i lavori con l'inizio del 2018.